Tarot…Evolution!

Condividi!

L’evoluzione umana nei Tarocchi

Il concetto di Evoluzione nei Tarocchi è ben rappresentato dallo sviluppo numerale (dallo 0 al 21) degli Arcani Maggiori.

Arcani Maggiori dei Tarocchi

Lo stesso avviene negli Arcani Minori, dove vi è uno sviluppo dall’Asso al Dieci di ogni seme, e dal Fante al Cavaliere.

alcuni Arcani Minori

La parola evoluzione deriva dal latino “evolutio-onis” che significa “atto di svolgere”.

L’evoluzione è quindi un processo di sviluppo e crescita che riguarda qualsiasi cosa, dal concreto all’astratto, e mira alla continua perfezione del creato.

 

Nella forma di vita minerale, l’evoluzione ha il suo scopo nella creazione della solidità, del consolidamento nella materia; lo scopo di vita di un minerale o di una pietra è quello di resistere il più possibile ai fattori esterni di distruzione e disgregazione (la materia). E’ il principio base stesso della sopravvivenza su questo pianeta: cercare di resistere e di esistere nonostante l’interazione a volte anche distruttiva con il mondo esterno.

Nei Tarocchi questo principio è presente negli Arcani Minori dei Denari, che rappresentano la capacità di consolidarsi nella materia, con il corpo, con il cibo, con il denaro con tutto l’insieme insomma dei nostri bisogni primari.

Asso di Denari

Evolutivamente parlando, la forma di vita successiva a quella minerale è quella vegetale.

 

Negli alberi, nelle piante è già presente uno step successivo nel gradino della scala dell’evoluzione rispetto ai minerali: hanno sì anche loro la capacità di resistere e sopravvivere al mondo esteriore, in maniera più efficiente e articolata (radici che si allungano per cercare nel terreno la linfa vitale), in aggiunta crescono esponenzialmente verso l’alto e hanno una capacità generatrice (foglie, semi e frutti).

Secondo alcune teorie i vegetali sono in grado anche di provare emozioni elementari come la paura e la tranquillità.

Nei Tarocchi questo principio è presente nel seme di Bastoni, che simboleggia, la volontà, la forza, il nutrimento e la capacità generativa.

Asso di Bastoni

Successivamente al mondo vegetale, l’evoluzione si è espressa nel mondo animale.

 

Gli animali, possiedono tutte le caratteristiche del mondo vegetale ma ovviamente anche qui l’evoluzione ha fatto loro dono di particolari caratteristiche che li rendono superiori dal punto di vista evolutivo.

Gli animali possiedono un’abilità di sopravvivenza ancora superiore al vegetale, grazie alle loro capacità di difesa e attacco, la mobilità che gli permette di trovare cibo e prede anche a lunghe distanze e una capacità di analisi del mondo esterno che gli consente di effettuare la scelta migliore per la loro sopravvivenza.

Generano e a differenza dei vegetali, si occupano, si prendono cura della propria progenie.

Gli animali sono provvisti di un’ampia gamma di espressioni emozionali (come l’affetto, l’empatia, ma anche la rabbia e il rancore) che li rende secondi soltanto all’uomo.

Inoltre alcune specie di animali, sono in grado di rapportarsi e interagire con una forma superiore di vita che è l’essere umano.

Nei Tarocchi il mondo animale è rappresentato dal seme di Coppe, che rimanda principalmente al mondo delle emozioni e dei sentimenti in tutte le sue sfaccettature.

Asso di Coppe

Ed ecco nella scala dell’Evoluzione sul pianeta Terra, l’ultimo tassello conosciuto di maggior sviluppo: l’essere umano.

L’essere umano possiede un eccellente meccanismo di autodifesa, a partire dalle capacità rigeneratrici del proprio organismo fino al’uso di oggetti chiamati armi per la difesa e l’attacco.

E’ in grado di creare cibo sofisticato dalle materie prime, farmaci e rimedi per l’autoguarigione.

Genera e si prende cura della propria prole per un periodo più o meno lungo (a volte troppo lungo).

Possiede una gamma emozionale vastissima, e un cervello efficiente in grado di creare una realtà alternativa alla realtà fisica.

La caratteristica predominante dell’essere umano quindi, caratteristica che lo differenzia da tutte le altre specie sulla Terra, è la sua capacità di gestire i propri pensieri, di usarli in maniera creativa, dando vita ad una realtà diversa da quella che lo circonda.

Nei Tarocchi in principio della mente, dei pensieri, è rappresentato dal seme di Spade, negli Arcani Minori.

Rappresenta quindi il mondo delle idee, della creatività e l’apice degli Arcani Minori, il seme più vicino, come significato, agli Arcani Maggiori.

Asso di Spade

Il concetto di evoluzione nei Tarocchi

Il concetto di evoluzione nei Tarocchi continua negli Arcani Maggiori.

Se negli Arcani Minori si parla quasi esclusivamente della propria personalità, del miglioramento della propria macchina biologica, negli Arcani Maggiori si parla in particolar modo delle propria Essenza, della propria Anima.

Possiamo inserire i 22 Arcani Maggiori dei Tarocchi in un diagramma 3x7 dal quale è escluso l’Arcano del Matto, il quale essendo senza numero rappresenta in qualche modo un eccezione nel diagramma.

diagramma 3 X 7

Il Matto infatti rappresenta in maniera pura e diretta la nostra Anima nel momento in cui non ha ancora iniziato la sua evoluzione, il suo viaggio.

A partire dall’Arcano Maggiori n.1 il Bagatto, l’Anima inizierà il proprio percorso il cui fine è il ricongiungimento con la propria parte divina e universale rappresentata dall’Arcano n.21 del Mondo.

La fila inferiore, composta da 7 Arcani e chiamata fila terrestre, rappresenta il percorso che la nostra Essenza compie per rendere la personalità che la ospita, la macchina biologica, trionfante sul mondo materiale.

Fila terrestre

 

Inizia con l’Arcano Maggiore n.1 il Bagatto per finire con l’Arcano n.7 il Carro.

Potete notare come tutte le figure rappresentate nella fila terrestre siano ampiamente vestite, la loro figura riempie quasi totalmente la carta e portano grandi e voluminosi copricapi.

Tutte queste simbologie rappresentano la piena espressione della personalità umana e la celebrazione della propria macchina biologica.

Solo l’Arcano Maggiore n.6, l’Innamorato, sembra far eccezione a questa regola: i personaggi sono piccoli e la carta ospita un primo elemento divino, un cupido scoccafrecce.

L’Innamorato rappresenta l’eccezione nella fila terrestre, perché rappresenta l’amore come esperienza che mette in crisi tutte le certezze della propria personalità nel mondo materiale.

 

La fila terrestre

Abbiamo detto che il Matto rappresenta la nostra Anima, la nostra Essenza, che si accinge ad iniziare il proprio percorso verso l’evoluzione che si è prefissata.

Arcano senza numero "Il Matto"

Ad esempio per una persona significa avere questa idea di mettersi in proprio e aprire magari, che so, una gelateria!

Con il Bagatto invece, l’Arcano Maggiore n.1, inizia concretamente il percorso di evoluzione.

Arcano n. 1 "Il Bagatto"

Essendo il Bagatto il primo Arcano della fila terrestre, il suo scopo è quello di avere successo nella materia.

Nel Bagatto vi è il concetto di radunare tutte le proprie potenzialità con il fine di iniziare al meglio il proprio viaggio.

L’Arcano n.1 è una fase importantissima in quanto rappresenta il mettersi in azione, passare da un piano puramente concettuale, un’idea (il Matto) ad un piano strettamente pratico (il Bagatto).

Con il Bagatto apro la gelateria! Organizzo le mie risorse e metto in pratica quello che mi ero prefissato!

 

Anche la Papessa, Arcano n.2, rappresenta un momento di formazione e informazione, ma con un atteggiamento più passivo rispetto al Bagatto.

Arcano n.2 "La Papessa"

La decisione è stata presa, mi sono dato da fare, ed ora posso aumentare le mie conoscenze con lo studio e l’apprendimento, per prepararmi ancora meglio al mio viaggio personale.

Con la Papessa magari vi è il concetto di studiare come rendere ancora più speciale e vendibile il mio gelato!

 

Nell’Imperatrice, Arcano n.3, compare invece per la prima volta il concetto di originalità. Grazie alla mia creatività, creo qualcosa di originale che mi distingue dagli altri.

Arcano n.3 "L'Imperatrice"

Invento quindi un tipo di gelato che mi distingue dagli altri.

Nell’Imperatore, Arcano n.4, concretizzo, cioè rendo pratica e redditizia la mia idea.

Arcano n.4 "L'Imperatore"

Con il nuovo tipo di gelato che ho creato ora ho una clientela fissa e un’entrata economica che mi permette di vivere dignitosamente.

 

Con il Papa, Arcano n.5, devo trasmettere questa mia idea agli altri, condividere la mia sapienza agli altri, per poter continuare io stesso a godere del frutto delle mie intuizioni.

Arcano n.5 "Il Papa"

Il portare in giro la ma idea e trasmetterla agli altri, mi consente di non farla diventare stagnante e di conseguenza putrescente e inutile anche per me.

Come un frutto che necessita dello spargimento dei suoi semi per generare nuova vita, altrimenti il frutto marcisce e la vita si ferma.

Creo corsi in cui insegno a creare il gelato che io ho inventato.

 

Con l’Innamorato, Arcano n.6, subentra l’Amore o un momento di scelta, che possono mettere in crisi tutto quello che ho creato fino a questo momento.

Arcano n.6 "L'Innamorato"

Un innamoramento che può distrarmi dal compiere il passo finale verso il successo, o una tentazione che può distogliermi dal fare la scelta giusta.

L’innamorato rappresenta un test; se lo superiamo allora arriveremo a quello che consideriamo il nostro successo personale.

 

L’ultimo Arcano della fila terrestre è l’Arcano n.7, il Carro, che rappresenta il massimo del successo possibile che possiamo raggiungere nella materia in questa vita.

Il gelato da me inventato è diventato un brand nazionale e inizio ad aprire altre gelaterie con lo stesso marchio.

 

La fila del servizio

La fila di mezzo del diagramma 7x3 degli Arcani Maggiori dei Tarocchi è chiamata “fila del servizio”.

Fila del Servizio

Perchè fila del servizio?

Perchè la caratteristica principale di questa fila è la graduale manifestazione dell’Anima nella vita dell’essere umano e quindi il passaggio da una condizione autoreferente egoistica ad una condizione altruistica e di servizio verso gli altri.

 

Si parte con l’Arcano n.8, la Giustizia, che rappresenta l’introduzione nella propria esistenza dell’osservazione delle proprie leggi interiori.

Arcano n.8 "La Giustizia"

Qualcosa che sembra più facile da fare che da dire.

Ma nei fatti sono ben pochi gli esseri umani che ascoltano le loro vere esigenze interiori e cercano di portarle nella realtà della loro vita.

La maggior parte di noi “crede” di seguire i propri desideri, ma in realtà sta solo cercando di concretizzare  una serie di condizionamenti venuti dall’esterno fin dalla nostra nascita.

L’Arcano della Giustizia ci insegna quindi a seguire le nostre vere esigenze interiori e a portarle avanti con convinzione e determinazione.

 

Il secondo passo della fila del servizio è rappresentato dall’Arcano n.9, l’Eremita.

Arcano n.9 "L'Eremita"

Con l’Eremita affrontiamo una grande crisi nella nostra esistenza, crisi dovuta ad una importante iniziazione: ritrovare il nostro bambino interiore, il bambino che è in grado di portarci fuori dal nostro passato e dagli errori commessi fino ad oggi, ritrovare la parte più vera di noi stessi, e creare il futuro che “veramente” vogliamo creare.

 

L’Arcano numero 10, La Ruota di Fortuna, rappresenta la fine di un primo ciclo dell’esistenza e la massima espressione possibile della nostra personalità.

Arcano n.10 "Ruota di Fortuna"

Con l’Arcano 11, La Forza, l’Anima entra finalmente nella nostra vita e avviene per la prima volta una sorta di separazione tra due entità, la nostra personalità e la nostra Anima, dopo un periodo (dal Bagatto alla Ruota) dove la nostra Anima presenziava incosciente dentro la nostra fagocitante e dispotica personalità.

Arcano n.11 "La Forza"

Questa temporanea scissione permette all’essere umano di “accorgersi” della propria Anima e iniziare quindi ad integrarla dentro di sé e nella propria vita.

 

Questa notevole e importante scoperta necessita di un periodo di decantazione e contemplazione.

La manifestazione dell’Anima nell’esistenza di un essere umano è un evento molto importante ma anche molto stressante per la personalità.

Quest’ultima abituata a gestire la sua esistenza materiale in maniera egoica e autoreferente, si trova a rapportarsi con un’entità (l’Anima) che invece ricerca, oltre al benessere della personalità, anche l’aiuto agli altri e la condivisione gioiosa della propria esistenza, apportando una notevole quantità di energia solare e positiva.

Questa situazione causa quindi un conflitto nella personalità, che si traduce in una nuova crisi, simile a quella dell’Eremita ma questa volta atta a contenere l’eccessivo stress della personalità in merito alla sua nuova condizione.

Ecco quindi che appare l’Arcano n.12 l’Appeso; la sua è appunto una posizione di attesa, di contenimento, di sicurezza, di contemplazione, per integrare l’energia della Forza, dell’Anima anche nella personalità.

Arcano n.12 "L'Appeso"

Grazie a questo momento di pausa la personalità viene a conoscenza dei propri limiti, e dei propri automatismi ormai venuti a noia. Ecco quindi che compare l’Arcano n.13 il cui scopo è distruggere, fare a pezzi, tutte quelle parti, quei meccanismi della personalità con cui non ci riconosciamo più.

Arcano 13

Il nuovo essere che ne nasce è un essere angelico, purificato, che può quindi manifestare completamente la propria natura animaca con una personalità rinnovata e mondata, dedita completamente adesso all’aiuto del proprio prossimo.

Questo essere celeste è ben raffigurato dall’Arcano n.14 Temperanza che rappresenta la conversione spirituale del successo materiale del Carro: il successo e il raggiungimento dell’obiettivo è qui però strettamente spirituale e trascendentale.

Arcano n.14 "Temperanza"

La fila celeste

L’ultima fila del diagramma 3x7 degli Arcani Maggiori dei Tarocchi è chiamata “fila del cielo” o "fila celeste".

Fila Celeste

In questa fila ha un ruolo importante il lavoro “sottile” dell’Anima, il cui scopo è tornare alla propria sorgente divina, ad un nuovo inizio rappresentato dall’Arcano 21, il Mondo.

Qui i personaggi rappresentati hanno perso quasi totalmente la loro connotazione umana per divenire esseri spirituali, nudi, che manifestano la bellezza incontaminata e libera dell’Anima.

 

In maniera beffarda e apparentemente in totale contrasto con tutta questa bellezza sembra essere proprio il primo Arcano della fila, il n.15, il Diavolo.

Arcano n.15 "Il Diavolo"

Con la sua figura oscena e sbeffeggiante sembra essere totalmente fuori luogo.

In realtà la sua presenza qui all’inizio della “fila del cielo” è del tutto giustificata.

Il Diavolo rappresenta quella figura che in molte culture è stata chiamata “Guardiano della soglia”.

E a seconda della cultura questa figura cambia forma ma mantiene sempre le stesse caratteristiche: un ostacolo, una prova, un test, un pericolo per verificare se sei degno di proseguire oltre: per i Greci era la “Sfinge”, per i cattolici anche se non lo sanno “Giuda Iscariota”, in “Pinocchio” il burattinaio Mangiafuoco.

Il Diavolo simboleggia quindi una sorta di filtro per impedire a chi non è degno o di facilitare chi ne è degno di entrare in aree di conoscenza di sé ancora più sottili, ancora più alte, più divine.

 

Se la prova è superata allora si accede all’Arcano successivo, il n.16, CasaDio.

Arcano n.16, "CasaDio"

Questo Arcano rappresenta una sorta di ritorno a casa, di contatto profondo con la propria natura divina, di essersi finalmente ritrovati, di essere completamente sé stessi.

E’ un arcano di grande gioia e abbondanza anche in senso economico.

 

L’Arcano successivo, il n.17, la Stella simboleggia una nuova condizione di servizio e di aiuto verso gli altri, come Temperanza, con la differenza che ora possiamo compiere questa attività da un posto, da un cielo dove ci sentiamo completamente noi stessi, in armonia e intimamente ricchissimi.

Arcano n.17 "La Stella"

L’aiuto agli altri quindi diventa ancora più profondo, sparisce ogni residuo di egoismo e interesse personale e ci dedichiamo totalmente al benessere altrui senza pensare ad altro, gioiendo profondamente del nostro operato.

 

La Luna, Arcano n.18, rappresenta un alto livello di controllo e gestione delle proprie emozioni, di accettazione e conoscenza delle proprie energie femminili e del rapporto con il proprio archetipo materno.

Arcano n.18, "La Luna"

 

Il Sole, Arcano n.19 fa da contraltare alla Luna e rappresenta la propria energia maschile e il rapporto con l’archetipo paterno. In più rappresenta la perfetta integrazione tra Anima e personalità, finalmente riunite e intenzionate a portare avanti il proprio lavoro di perfezione in maniera sinergica e fruttuosa.

Arcano n.19, "Il Sole"

Il Giudizio, Arcano n.20, simboleggia il raggiungimento della perfezione tra energia maschile e femminile, la conclusione di un ciclo di evoluzione dell’Anima ed una vicinanza sempre maggiore alla propria divinità e alla propria pace interiore.

Arcano n.20, "Il Giudizio"

 

Infine, con l’Arcano n.21, il Mondo, un nuovo ciclo ha inizio e l’Anima può delegare finalmente la personalità, definitivamente mondata e purificata, al proseguimento del proprio scopo universale.

Arcano n.21, "Il Mondo"

Il Bagatto, semplice personalità con l’idea di migliorare la propria realtà individuale si è trasformato in un Essere il cui scopo è migliorare l’intera realtà (anche quella degli altri) che conosce portandola ad un livello superiore di coscienza.

 

Le 3 file del diagramma 3x7 degli Arcani Maggiori dei Tarocchi sono una rappresentazione della visione che anche Dante nello scrivere la sua “Divina Commedia” aveva intuito:

L’inferno rappresenta la fila terrestre dove le Anime cercano la soddisfazione nella realizzazione materiale, arrivando poi a comprendere che non è questo il loro vero scopo e che il benessere materiale rappresenta soltanto un inizio di un’esplorazione ben più profonda.

Il purgatorio rappresenta la fila del servizio, dove le Anime si purificano nel cercare il vero scopo della loro esistenza.

Il Paradiso rappresenta la fila del cielo, il raggiungimento del proprio scopo e della propria natura divina, la fine di un ciclo e l’inizio di una nuova avventura.

Condividi!

Leave A Response

* Denotes Required Field